Significato delle sigle processori Intel [Per PC fissi e portatili]

Stai per acquistare un nuovo computer e monta un processore dell’azienda Californiana, la domanda che sicuramente ti farai è: Che significano le sigle dei processori Intel? (Magari non sarà proprio questa ma è sempre meglio sapere ciò che si acquista!)
In questa guida andremo a vedere il significato di lettere e numeri posti vicino al nome del processore, così da distinguerne anche il minimo dettaglio.

Anche una piccola sigla potrebbe stravolgere del tutto l’utilizzo di un determinato processore, per cui è molto importante capirne il significato.

Differenze tra i3, i5, i7 e i9

Le denominazioni utilizzate per i processori Intel ne vanno ad indicare la serie, tra un serie e l’altra le differenze tecniche possono risiedere in:

  • Numero di core
  • Velocità (espressa in GHz)
  • Dimensioni della cache
  • Turbo Boost
  • Hyper-Threading

Facciamo un esempio per distinguere il numero di core (processori fisici montati sulla CPU) e cache:

i3-90004 core6MB Cache
i5-90006 core9MB Cache
i7-90008 core12MB Cache
i9-90008 core16MB Cache

Questo esempio vale per i processori desktop, per quanto riguarda i processori mobile le caratteristiche sono differenti. Un i3 U per notebook ha 2 core (salvo eventuali nuove generazioni con caratteristiche differenti), i5 U e i7 U ne hanno 4 di core.

Significato delle sigle dei processori

Dividiamo questo paragrafo per distinguere i processori per computer portatili da quelli per pc fisso.

Queste sigle sono presenti come ultima lettera nel nome del processore.

Per esempio: i3-9100F o i9-9900K, o anche combinati i9-9900KF.

Processori per pc desktop

SERIE F: Modelli con GPU integrata disabilitata. In questo caso il PC necessita di una scheda video dedicata. Solitamente usati sui PC da gaming per risparmiare sul costo del processore, visto la presenza di una scheda video obbligatoria per utilizzare i videogiochi.

Leggi anche...
Cambiare i DNS della scheda di rete [WINDOWS XP/Vista/7/8/10]

SERIE E: Significa embedded. Processori che sono prodotti per essere poi saldati sulla scheda madre.

SERIE T: Processori con consumi minori rispetto ai modelli classici, ma anche con frequenze di lavoro più basse.


Codici sconto esclusivi per Amazon sul miglior Canale Telegram di offerte in Italia, unisciti a oltre 59.000 utenti! Scopri di più.


SERIE K: CPU con moltiplicatore sbloccato che in combinazione con una scheda madre dedicata permette di overclockare la frequenza del processore.

SERIE X/XE: Processori dedicati a sistemi HEDT (high-end desktop). La linea di punta è la XE (Extreme Edition).

SERIE S: Edizioni speciali di alcuni specifici modelli.

Processori per mobile/notebook

SERIE U: Processore a basso consumo, Ultra Low Power. Ottimo compromesso tra consumi e prestazioni, necessitano di dissipazione attiva.

SERIE Y: Come per la serie Y sono a basso consumo, ma ancora più estremo: Extremely Low Power. Non necessitano obbligatoriamente di dissipazione attiva, alle volte si trovano in commercio senza ventole.

SERIE G: Gli unici processori Intel che montano una GPU del marchio rivale AMD. Dopo la lettera G solitamente è presente un numero che indica la serie della scheda video.

SERIE H: Processori pensati per computer di alto livello, non a caso la sigla va a significare High performance graphic, grafica ad alte prestazioni.

SERIE HK: Come i precedenti ma con l’aggiunta del moltiplicatore sbloccato.

SERIE HQ: In questo caso abbiamo grafica ad alto livello con un processore quad-core.

SERIE B: Processori che non vengono montati su socket LGA, ma su BGA. Solitamente usati per build micro o su PC AllinOne, cioè quei monitor con computer integrato.