Recensione e confronto Tronsmart Apollo Air vs Apollo Air+

Tronsmart torna sul mercato degli auricolari TWS con due interessanti prodotti: Apollo Air e Apollo Air+. Essendo una cuffietta l’evoluzione dell’altra abbiamo deciso di metterle a confronto in questa doppia recensione!

Disponibili su Amazon: Apollo Air e Apollo Air+.



Codici sconto esclusivi per Amazon sul miglior Canale Telegram di offerte in Italia, unisciti a oltre 64.000 utenti! Scopri di più.



Confezione

APOLLO AIR (nere)

Confezione compatta e ricca di specifiche nella parte esterna. Troviamo praticamente tutte le caratteristiche scritte intorno alla scatola, al suo interno invece troviamo:

  • Cuffiette
  • Base di ricarica
  • Gommini di ricambio
  • Cavo di ricarica USB C
  • Manuale d’uso

APOLLO AIR+ (bianche)

Confezione più grande rispetto alle Air, ma con lo stesso tema di colori e caratteristiche scritte tutto intorno. Si differenzia nell’apertura magnetica laterale invece che a coperchio classico. All’interno abbiamo:

  • Cuffiette
  • Base di ricarica
  • Gommini di ricambio
  • Cavo di ricarica USB C
  • Custodia in simil-pelle
  • Manuale d’uso

Caratteristiche e funzioni

APOLLO AIR e AIR+

Le cuffiette Apollo Air insieme al caricatore hanno un peso totale di soli 40gr e dimensione di 5.99 x 3.22 x 3.70 centimetri, risultano molto comode da portare con se anche semplicemente in tasca, senza necessità di borse o altro. Le Air+ sono praticamente identiche ma con peso di 44gr.

Anche costruzione e materiali sono uguali. Costruite interamente in plastica, lucida per gli auricolari e opaca per il case. Materiali buoni e costruzione ottima, il case ha un movimento di apertura/chiusura fluida senza micromovimenti o incertezze. Gli auricolari hanno un design in parte simile alle AirPods Pro, ma più lineare, e nella parte esterna dove c’è il pannello per i comandi touch troviamo il logo Tronsmart. La differenza in questo caso sta solo in un piccolo pallino nero all’interno delle Air+, parliamo del sensore di prossimità che mette in automatico play/pausa la musica quando le cuffie vengono indossate.

Entrambe inoltre sono certificate IP45, quindi utilizzabili anche per sport all’aperto sotto la pioggia.

Comandi touch anche qui praticamente identici, nello specifico:

Tramite app Tronsmart è possibile personalizzare poi i comandi

  • 2 tocchi: play/pausa o rispondere/chiudere chiamate
  • 3 tocchi: cambio tra modalità ANC/ANC off/Trasparente
  • 1 tocco a sinistra: volume giù
  • 1 tocco a destra: volume su
  • 1 tocco + 2 secondi tieni premuto: attiva assistente vocale
  • Pressione 2 secondi a sinistra: rifiuta chiamata
  • Pressione 2 secondi a sinistra: brano precedente
  • Pressione 2 secondi a destra: brano successivo
  • Pressione 3 secondi: spegni gli auricolari
  • 5 tocchi: avvia l’accoppiamento
  • 4 tocchi + tieni premuto 5 secondi: resetta alle impostazioni di fabbrica

I comandi sono davvero tanti e probabilmente sono gli auricolari più completi sotto questo punto di vista. Il problema sarà nei primi utilizzi ricordarsi tutte le funzioni, viste anche le varie combo di tasti da premere. Da dire comunque che le funzioni basilari sono semplici da memorizzare.

Ergonomia identica vista che parliamo di auricolari con la stessa forma, comode da indossare e difficilmente tendono a cadere, basta trovare i gommini della giusta dimensione. Su entrambi troviamo 3 microfoni ed una ottima qualità audio in chiamata che attutisce in maniera sufficiente i rumori anche in contesti rumorosi. Tronsmart come ci aveva già mostrato con le Onyx Ace tiene sempre molto all’aspetto chiamate/microfoni, anche su auricolari economici.

Nota positiva delle Air+ il sensore di prossimità, molto comodo.

Specifiche tecniche e cancellazione del rumore

Anche le specifiche tecniche sono uguali, troviamo il bluetooth 5.2 di ultima generazione ed il chip Qualcomm QCC3046, che integra la cancellazione in chiamata CVC 8.0. I codex supportati sono aptX, SBC e AAC, che garantisco un ritardo audio/video praticamente nullo, si possono utilizzare tranquillamente per vedere film o video in streaming. A vantaggio delle Air+ abbiamo anche il codec aptX Adaptive che tra le tante funzioni nuove porta la latenza a 40ms contro i 150ms dell’aptX classico.

La cancellazione del rumore è ibrida fino a 35Db con tre diverse modalità: ON, OFF o trasparenza. Il livello e la qualità del ANC non è come quello di cuffie più blasonate (Huawei Freebuds Pro, Apple AirPods Pro, ecc) ma svolge comunque bene il suo lavoro, va in difficoltà in contesti rumorosi dove l’attenuazione del rumore non è delle migliori.

Lato audio montano entrambe un driver da 10mm che garantiscono degli ottimi bassi e buona qualità anche per i medi e gli alti. Nota positiva l’equalizzatore tramite app che ci permette di andare a modificare tra diversi preset predefiniti. In totale tra qualità audio ed equalizzatore si riesce a raggiungere un risultato finale davvero molto interessante.

Autonomia

Anche qui stessa identica batteria su entrambe: 35mAh ad auricolare e 300mAh per il case.

Si riesce ad avere circa 4 ore di utilizzo continuo con ANC e volume medio/alto con una sola carica e circa 5/6 con ANC disattivato e volume medio.

La ricarica totale della base impiega sulle 2/3 ore ed è possibile caricare la base delle Air+ anche tramite caricatore wireless.

Conclusioni

Poche le differenze tra Air e Air+, se la differenza è sui 15/20€ potrebbe valerle la pena in caso siate interessati ad una latenza praticamente quasi nulla e alla ricarica wireless, altrimenti si possono risparmiare ed andare sul modello base.

In generale troviamo degli auricolari con praticamente tutte le funzioni più interessanti che troviamo sul mercato: equalizzatore, ANC, qualità audio e del microfono in chiamata ed autonomia sopra alle 4 ore.

Tronsmart come sempre non ci delude, anche se aspettiamo ancora di vedere le Air+ su Amazon Italia!

 

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments