Recensione Anker eufy 15C Max – Robot aspirapolvere

Dopo aver provato Eufy 15C non potevamo non testare la sua evoluzione… il 15C Max!

Disponibile su Amazon.

Seguici su Instagram per non perderti i nostri video unboxing

Confezione

Nella confezione, la classica ormai per i robot Eufy, troviamo:

  • Robot Eufy 15C Max
  • Telecomando con batterie incluse
  • Base di ricarica con alimentatore
  • Strumento per pulizia spazzole
  • 4 spazzole laterali [2 in uso e 2 di riserva]
  • Set di filtri lavabili
  • Fascette per cavi
  • Manuale d’uso completamente in italiano + manuale rapido

Caratteristiche

Eufy 15C Max eredita corpo e funzioni del precedente 15C ma porta con se un motore più potente che arriva fino a 2000Pa nella modalità di massima potenza.

Altra caratteristica di questo prodotto è la sua altezza ridotta, parliamo di soli 7.2cm per un peso di circa 2.7Kg.

La batteria integrata è da 2600mAh e a seconda delle modalità di aspirazione scelta arriva fino a 100 minuti di autonomia. La ricarica avviene tramite la base inclusa in confezione, che sfruttando i due pin posti sotto il robot, ricarica da 0% a 100% in circa 300 minuti.

Il contenitore per la polvere, rimovibile tramite il pulsante blu che troviamo nella parte posteriore del robot, ha una capacità di 0.6L. All’interno della vaschetta troviamo il filtro che può essere sia lavato e sia pulito rapidamente tramite la piccola spazzola in confezione.

Nella parte inferiore del robot troviamo:

  • 2 spazzole laterali
  • Ruota orientabile
  • 3 sensori di caduta
  • Perni per la ricarica
  • Interruttore di alimentazione (ON – OFF)
  • 2 ruote
  • Spazzola rotante

Le 2 ruote permettono, tramite un piccolo movimento, di salire piccolo rialzi fino ad un massimo di 1.6cm. Utile ad esempio per pulire i tappeti, anche se sconsiglio di tenere i tappetini a pelo lungo in quanto il robot potrebbe incastrarsi (dipende poi da tappeto a tappeto), nessun problema invece per tappeti con pelo corto o medio.

Leggi anche...
Recensione - Cuffie ANKER Life Q10

La spazzola rotante posta sotto il dispositivo può essere rimossa, tramite due pulsanti a clip, così da facilitarne la pulizia.

Non manca il telecomando (che invece sui alcuni nuovi modelli è assente) che permette di fare tutte le operazioni di pulizia che sono disponibili anche sull’app. L’unica mancanza è la programmazione settimanale della pulizia, in quel caso si è obbligati a configurare l’applicazione.

Applicazione

L’app è ben realizzata (così come tutte le App realizzate da Eufy che abbiamo avuto modo di provare) e permette di comandare completamente il robot tramite svariate funzioni, ecco alcuni screen:

Da segnalare come il robot aspirapolvere (come quasi la totalità degli oggetti smart wifi) supporta il collegamento solo su rete 2.4Ghz.


Codici sconto esclusivi per Amazon sul miglior Canale Telegram di offerte in Italia, unisciti a oltre 60.000 utenti! Scopri di più.


Il funzionamento dell’app è molto semplice, una volta collegato il robot avremo 4 pulsanti sulla barra inferiore ed un pulsante grande centrale.

Tramite il comando modalità possiamo scegliere tra pulizia automatica, rapida, in circolo oppure del perimetro della casa. Inoltre possiamo modificare la potenza di pulizia e tra le scelte troviamo anche la modalità BoostIQ™ che regola autonomamente la potenza.

Con la funzione programma abbiamo la possibilità di scegliere quando far partire il robot in maniera automatica, tramite un calendario settimanale.

Non manca la funzione per far tornare il robot sulla base e il comando ”trova” che fa suonare un piccolo allarme sul robot, così da ritrovarlo nel caso si blocchi in qualche parte nascosta (capita magari che si blocchi sotto un divano perché ha trovato un cavo o situazioni similari).

Prova d’uso

Appena aperta la confezione e rimosso il robot da quest’ultima, dobbiamo montare le due spazzole laterali che vanno inserite ad incastro. Successivamente va posizionata la base di ricarica (con almeno 1 metro di spazio libero su entrambi i lati), acceso il robot tramite il tasto ON/OFF e posizionato sulla base.

Leggi anche...
Scopriamo le nuove telecamere 2K by EUFY!

Per la configurazione dell’app e bastato seguire le indicazioni a schermo ed in 2 minuti siamo già pronti per utilizzarla.

Finalmente disponibile la pulizia alla massima potenza (ideale su molte superfici e tappeti) senza rinunciare alle dimensioni compatte del robot che gli permettono di pulire sotto mobili, sedie e poltrone, dove altri modelli (come il modello Hybrid) non riescono a passare per via della loro altezza.

La pulizia non avviene tramite mappatura della casa, questo è il difetto più grande, ma considerando il prezzo è un compromesso da tenere in considerazione durante l’acquisto. La navigazione avviene tramite sensori ad infrarossi, questo permette al robot di riuscire ad orientarsi, e sensori di caduta per evitare gradini e dislivelli troppo grandi.

La differenza tra la mappatura e la navigazione ad infrarossi si fa sentire nel caso si abbiamo molte stanze da pulire e nell’autonomia, questo per due motivi principali:

  1. Con la navigazione ad infrarossi il robot tende a ripassare anche in luoghi dove ha già pulito (non avendo una mappa non memorizza il percorso).
  2. Raramente capita che rimane bloccato nella stessa stanza per troppo tempo e non finisce in tempo la pulizia di tutta la casa andando ad esaurire l’autonomia (ma è una situazione che ci è capitata una sola volta). In ambienti open space questo problema non si presenta.

Tramite l’app è anche possibile collegare il robot ad Alexa o Google così da avviare la pulizia tramite gli assistenti vocali.

Conclusioni

L’Eufy 15C Max è un robot aspirapolvere dal prezzo contenuto e che nella fascia dei modelli senza mappatura risulta sicuramente tra i migliori, sia per potenza di aspirazione che per le dimensioni.

Consigliato se trovato sui 180€!