Proscenic P10 Pro – Scopriamolo nella nostra recensione

Dopo aver ottenuto successo con il modello P10, Proscenic lo migliora e rende disponibile anche in Italia il modello P10 Pro con potenza ed autonomia da vero TOP!

Disponibile su Amazon.



Codici sconto esclusivi per Amazon sul miglior Canale Telegram di offerte in Italia, unisciti a oltre 65.000 utenti! Scopri di più.



Confezione

Nella confezione troviamo molti accessori e tutto il necessario per un utilizzo completo dell’aspirapolvere.

Presenti nella scatola:

  • Corpo principale con batteria removibile
  • Tubo principale che fa da raccordo
  • Spazzola principale
  • Spazzola motorizzata
  • Beccuccio in stile aspirabriciole
  • Beccuccio per tessuti
  • Accessorio per pulizia con lama integrata
  • Base di ricarica con viti
  • Alimentatore
  • Manuale

 

Caratteristiche e funzioni

Partiamo dalla sua costruzioni e dai materiali utilizzati. Il Proscenic P10 Pro è molto simile per questo aspetto ad altri aspirapolveri testati su questa fascia di prezzo ed è costruito con plastiche di buona qualità ed un assemblaggio ben fatto.
Difficilmente si sentiranno scricchiolii vari durante l’uso o plastiche rovinati, nel nostro mese di utilizzo possiamo definirlo solido.

Il design è lo standard al quale ormai siamo abituati per questa tipologia di elettrodomestici. Ho apprezzato l’utilizzo di colori scuri come il blu ed il nero, in quanto si abbinano facilmente a tutti gli ambienti senza saltare troppo all’occhio.

Andando più nello specifico con le caratteristiche troviamo un peso del corpo motore di 1.8KG che diventano poi 2.1KG nell’utilizzo con tubo e spazzola principali. Peso tutto sommato leggero e pratico anche nel caso in cui lo si voglia utilizzare in versione aspirabriciole, modalità comoda per le pulizie soprattutto di cassetti o angoli della casa difficili da raggiunge con la classica spazzola.

Gli aspirapolveri senza fili si distinguono poi in due gruppi di utilizzo, il primo con pulsante ON/OFF ed il secondo con pulsante a pressione continua. Il Proscenic P10 Pro ha il pulsante ON/OFF e lo reputo assolutamente il migliore come tipologia. Effettuare pulizie anche solo di 10/15 minuti tenendo sempre premuto il pulsante risulterebbe davvero molto scomodo.

Sempre rimanendo nell’ambito delle funzioni, nella parte posteriore abbiamo un display LED che ci indica lo stato della batteria, eventuali errori di malfunzionamento e la potenza in uso. Facendo un semplice tap possiamo cambiare e scegliere tra 3 modalità: ECO, automatica e massima potenza.

Potenza ed autonomia

Parlando appunto di potenza massima del motore, il Proscenic P10 Pro monta un motore ciclonico brushless da 260W che raggiunge ben 110.000Rpm ed una potenza di aspirazione che nella sua modalità estrema è di 23.000 PA. 

Nell’utilizzo quotidiano la modalità automatica difficilmente andrà ad utilizzare tutta la sua potenza ma soprattutto su tappeti o divani diventa molto utile disporre dei 23Kpa di aspirazione. Che nello specifico sprigionano circa 80Dba di rumore, una cifra neanche troppo elevata per un aspirapolvere.

La batteria integrata e removibile garantisce una differente autonomia a seconda della modalità impostata:

  • 55 minuti in ECO
  • 30 in automatica
  • 15 alla massima potenza

Una ricarica completa richiede all’incirca 2 ore e mezza.

Rimando sempre sulla ricarica dobbiamo purtroppo segnalare una mancanza riguardo la base che viene inclusa in confezione, in molti modelli quest’ultima include anche dei ganci per poter riporre gli accessori mentre nel Proscenic P10 Pro abbiamo la sola base da fissare al muro, peccato.

Manutenzione

Se avete avuto già altri modelli simili allora non noterete troppe differenze nella manutezione di questo aspirapolvere.

Per svuotare il corpo centrale troviamo due pulsanti laterali da premere contemporaneamente ed infine dal retro rimuovere il filtro HEPA e quello metallico. Si potrebbe anche svuotare sfruttando l’apertura rapida anteriore ma conviene solo in caso ci sia poca polvere nel contenitore.

Per pulire il filtro metallico si può fare utilizzo della piccola spazzola in confezione, la stessa ci aiuta anche ad eliminare eventuali capelli incastrati nella spazzola rotante, sfruttando la lama integrata.

Entrambi i filtri solo lavabili con acqua ma vanno asciugati per bene prima di essere riutilizzabili, per evitare eventuali infiltrazioni nella parte elettrica del dispositivo.

Conclusione

Proscenic non delude mai nei prodotti per la casa ed il suo aspirapolvere P10 Pro si dimostra ben costruito e con un motore decisamente valido. Unica pecca la base di ricarica che risulta davvero troppo minimal.

 

Iscriviti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments